Lettera aperta agli iscritti del Presidente FIMMG Napoli, dott. Pasquale Ragone

16 aprile 2018 dalla REDAZIONE

345 grazie a tutti Voi!
Abbiamo stabilito il nuovo Record di partecipazione al voto della nostra Sezione Provinciale FIMMG.
Permettetemi di ringraziare le due “Senescenze” che mi hanno affiancato nella faticosissima ma al tempo stesso piacevolissima giornata di ieri, Enrico Benedetto e Castrese Catone, il più giovane Enzo Crimaldi che è stato “volontariamente” con noi tutta la giornata, l’Avvocato Mario Coppola che ci ha diretti nei meandri della regolarità e della legalità delle votazioni, l’instancabile Tesoriere Corrado Calamaro, il mio e vostro Segretario Provinciale Gigi Sparano, Ciro Cozzolino, Antonio Sardu ed Enzo Schiavo che ci hanno aiutato durante lo spoglio; un ringraziamento particolare va alla Signora Veronica per il suo indispensabile lavoro.
La nostra Sezione sta vivendo una fase di brillantezza, di efficienza e di coesione, a mia memoria, mai avuta!
Il tutto legato a un “lavoro di squadra” che sta producendo risultati tali da permetterci di esprimere il vertice della Segreteria Nazionale con la nostra “Punta di Diamante” Silvestro Scotti.
Senza presunzione ritengo che la nostra Sezione sia non “un” ma “il” laboratorio propositivo della politica sindacale FIMMG a livello regionale attualmente “solo” di concretezza ma che, mi auguro al più presto, diventi anche istituzionale nella persona di Enzo Schiavo.
Per il prossimo quadriennio continueremo per la stessa strada in modo da riuscire a risolvere le mille difficoltà che ci troveremo ad affrontare nei prossimi anni in modo che, qualunque sarà lo scenario politico, qualunque saranno le scelte organizzative per la salvaguardia del SSN, Noi “Senescenti” saremo in grado di governare il ricambio generazionale trasmettendo ai giovani Medici quella che è l’essenza della Medicina Generale “il Rapporto Fiduciario” con il nostro Paziente, in cui si racchiudono Scienza, Umanità e soprattutto “Affetto”!
Senza Retorica:
EVVIVA la FIMMG !!!
il Presidente Pasquale Ragone